Sono nato

Voglio raccontarvi di come sono nato. Voglio farlo perché si, io sono nato. Sono nato, ed è stato bellissimo, intenso, talmente intenso che neanche io sono riuscito a tenere il passo degli eventi mentre mi accadevano. 

Prima di cominciare, voglio bloccare sul nascere le parole sprecate di chi (e son sicuro che ce ne sono) vorrebbe già obiettare che la mia è una palese stupidaggine, che ovviamente tutti si nasce e tutti si muore, e che ricordarsi la propria nascita è bugia. Solo la mente stolta può cogliere un solo significato nella nascita.

La mia nascita, quella di cui posso e voglio parlarvi, è di tipo spirituale.

A nascere corporalmente siam buoni tutti. Ci viene risparmiata anche la fatica più grande, cioè la decisione.

Nascere spiritualmente richiede qualcosa in più

Lascia un commento